Quanti credono nel ’68 e quanti vedono i cazzi loro e basta…

23 10 2008

Unical. 23 Ottobre 2008. Ore 10:30. Aula A. Cubo 40C. Assembrea per decidere la linea che la facoltà di ingegneria intende seguire in merito alle proteste contro il decreto Tremonti-Gelmini. Tutti sono d’accordo che il decreto non va bene. Tutti sono d’accordo che è necessario far presente alla nazione che le cose così non vanno. I (pochi) professori presenti spiegano la loro posizione contraria al decreto e annunciano le loro modalità di protesta.

Scroscio di applausi per ogni frase contro il governo/decreto/etc. , un atmosfera quasi di eccitazione per la possibilità di potersi mobilitare in un momento critico come questo. Eppure, appena qualcuno osa paventare la possibilità di un interruzione delle attività didattiche come forma di protesta forte per segnalare all’Italia che ci siamo anche noi e che questo governo non ha il diritto di fare i propri porci comodi solo perchè è stato eletto, ecco che inizia uno sciame di fischi, di “buuuu” e di ragazzine stizzite che urlano con indigno “no! io lezioni non ne perdo!!!”.

Come si fa a essere così egoisti? Ho sentito gente dire “e che mene frega a me che chiude l’università”?. Tutti a lamentarsi perchè LORO le lezioni le pagano e non le possono perdere, senza pensare che se i tagli vanno in porto e le tasse passano da 7/800€ l’anno a 5/6000€ non sele potranno permettere comunque!

Come si fa a restare indifferenti? è per situazioni come queste che sono sempre più convinto che siamo delle pecore e che tipi come silvio fanno quello che fanno perchè ce lo meritiamo restando indifferenti in tutti i casi di sopprusi che il governo mette in atto perchè dobbiamo sempre e solo pensare esclusivamente ai cazzi nostri. E’ per questo che tutti fanno quello che gli pare impunemente e questo Stato sta andando a rotoli. Non ci ribelliamo mai!

Spero che vadano in porto almeno le lezioni in piazza e/o le lezioni notturne.

SVEGLIA INGEGNERIA UNICAL (E TUTTI GLI ALTRI)! LO STATO SIAMO NOI!

Non possiamo pretendere che il governo annulli il decreto per un proprio ripensamento ne che gli altri possano prendersi la delega per manifestare al posto vostro mentre voi continuate tranquillamente le vostre lezioni.

E’ ora di alzarsi e di muovere le PROPRIE chiappe! Troppo comodo avere la botte piena e la moglie ubriaca.

Con Indigno infinito, (un altra bomba by) DAVU.

“Trovo molto interessante la mia parte intollerante che mi rende rivoltante tutta questa bella gente <Caparezza – La mia parte intollerante>”


Azioni

Informazione

22 responses

23 10 2008
Godot

E’ la solita storia… a parole sono tutti bravi… alla resa dei conti pochissimi, non dico riescono a fare quello che si deve… ma non riescono neanche a provarci! E così chi minaccia di mandare la polizia contro i manifestanti… viene anche giustificato da chi si astiene dalla protesta! Ma sottoliniamo… la colpa nel caso non sarebbe dei poliziotti che quasi sempre sono ragazzi come voi… e che devono eseguire degli ordini… la colpa è di chi prima non ascolta la gente… e poi gli vieta anche di protestare!
Caffè per addolcirsi la bocca, ragazzi?

23 10 2008
halflingladro

meglio una flebo così siamo tutti contenti e se l’università chiude pazienza 😉 (sono sarcastico)

23 10 2008
Godot

Coraggio! Troviamo un compromesso… non con Berlusconi e quella Biancaneve della Gelmini, con cervelli del genere è imposssibile!… ma tra noi… “una flebo di caffè”? 😉

23 10 2008
halflingladro

accordato. brindiamo al futuro con un boccale di flebo al caffè

24 10 2008
Keynes87

Bene bene. Che studenti scadenti che abbiamo. Non hanno manco capito contro cosa protestano! Pensano di protestare contro il decreto Gelmini, mentre lo fanno contro la parte della finanziaria 2009 che prevede i tagli! Pensano che l’università sarà privatizzata e che ci saranno tasse di 5000 euro!! Ma chi cavolo ve le dice queste cose…ma credete ancora alle falsità della sinistra.Non sapete informarvi da soli?!? Sapete la defferenza tra privatizzare le università e trasformarle in enti pubblici di diritto privato?! Una scelta del tutto facoltativa per di più per ogni ateneo!! Ignoranti…state zitti e smettetela di prostestare senza essere informati! Siete voi che rovinate l’università italiana…impedendo a chi vuole di frequentare le lezioni!

24 10 2008
Godot

Caro mio…
1) Io non sono una studenessa sono un’inegnante con 2 lauree e non molto più vecchia di te… quando sarai laureato anche tu… allora passami a trovare!
2) Se tra i ragazzi che protestano c’è sicuramente qualcuno che ha capito male… molti hanno capito benissimo
3) Sei sicuro che non si protesti per la Gelmini?! La parte della finanziaria riguarda comunque la scuola e l’istruzione… i tagli maderanno comunque tanti insegnanti a spasso… ah già tu non puoi saperlo, sei uno studente, anche egoista visto che non pensi ad altro che a seguire le lezioni per non mancare esami che non saresti in grado di capire da te… vedremo quando trauna decina di anni ti sarai laureato e toccheranno la tua cattedra!
4) La protesta è un diritto pari al seguire le lezioni… chi rovina l’università italiana è ci dice una cosa in corteo e poi si comporta da pusillanime quando pensa di mettere a rischio la pagnotta!
Falsità della sinistra? Sai che stai difendendo un essere che ha detto “AL TG” del mattino manderò la polizia nelle scuole… e “AL TG” dela sera ha detto di non averlo mai detto?

Mi scuso con i ragazzi del pruppo… ma certi mocciosi non li posso proprio soffrire!

24 10 2008
Keynes87

Un essere che ha detto…E’ il presidente del consiglio del suo paese, e lei come insegnante dovrebbe avere un po’ di senso civico, e riferirsi a un capo di governo in maniera differente, qualunque sia il suo credo politico.

Manifestare è un diritto che non è mai stato negato agli studenti in Italia. Occupare, autogestire le università, manifestare in modo violento, non rientrano nella legalità. Questi comportamenti vanno assolutamente repressi con l’ausilio delle forze dell’ordine, per la tutela dei cittadini.

A lei, “professoressa”, penso che manchi anche un po’ di educazione per quello che ha scritto sopra. Pensa di essere più colta e preparata di me perchè ha preso due lauree? In cosa poi?! Ha fatto un corso di studi attinenti alla materia?

Le ho parlato di una finanziaria, e di un decreto che sono due cose molto diverse. Di privatizzazione e di ente pubblico di diritto privato. Conosce la differenza? Legga il decreto Gelmini, riguardo la scuola e la legge finanziaria per il 2009. Esca dalla sua ignoranza. Dalla sua mancanza di informazioni. Nessuno sarà licenziato nella scuola. Non sarà assunto ulteriore personale. La cosa è ben diversa. Anche se impopolare ci sono dietro ragioni economiche, ben più grandi di quelle che può immaginare. Per caso è a conoscenze del numero di insegnanti nel resto dell’unione europea rispetto all’Italia?

Replichi argomentando quello che sostengo e non insultando. Tanto da lei non passerò ne ora ne mai.

Le posso suggerire Google per avere qualche informazione al volo.

24 10 2008
Godot

Dire “che studenti scadenti” è un’offesa… “Ignoranti!” è un’offesa… tentare di zittire chi ha scritto un’opinione personale sul proprio blog… quello è un atto assurdo oltre che tirannico (e non dico altro o si potrebbe offendere, caro lei)!
I cittadini e chi protesta… anche chi occupa non è forse un “cittadino” non li si può prendere a manganellate al “no”!

Conosco le differenze di cui parla… conosco anche i numeri e le normative sulla scuola e l’istruzione in vigore neglialtri paesi… lei sa vero che negli altri paesi non esistono “le classi ponti” proposte dal decreto… che poi più ch classi ponti sono ghetti degni del Terzo Reicht!

La gente verrà licenziata… e lo so non per sentito dire, ma perchè toccherà a tanti miei colleghi avvisati dai loro superiori, nel tentativo di fargli trovare un posto prima di rimanere in mezzo alla strada.
Sul passare da me… ne sono lieta… perchè le sue argomentazioni non esistono… ha solo negato quello detto dai ragazzi… usando parole non sue..,
In quanto a Berlusconi… indipendentemente dalle mie credenze politiche… non l’ho votato… perché? Non avrei mai potuto volere a capo del governo un plurindagato… non lo sapeva? Allora si informi… su Google se non sa dove trovare le altre informazioni.

Sulla questione laurea… chiamo i ragazzi a testimoni… ho sempre giocato e scherzato con loro… non credo neanche che lo sapessero… questo perchè non credo in un mero pezzo di carta.
Sulla questione educazione… certo augurarsi che i suoi colleghi studenti vengano presi a manganellate la dice lunga sulla SUA di educazione!

24 10 2008
Keynes87

Prima di tutto, nessuno ha mai detto che gli studenti dovranno essere presi a manganellate. Non sono miei colleghi quelli che occupano le università. Occupare le università non è legale! Se la polizia interviene è la cosa più giusta del mondo. Se gli studenti reagiscono cosa deve fare la polizia?! prendersi le sassate! La polizia….sono tutti ragazzi come quelli che occupano! Che fanno solamente il loro lavoro, rischiando la pelle! Bisogna che sia mantenuto l’ordine pubblico. Se la pensa diversamente è una sovversiva.

Io sono molto informato e non uso parole di altri. Io costruisco la mia opinione su quelle che sono le mie conoscenze e le informazioni che riesco a reperire. Lei cosa ne sa di economia?! Se ragiona in questo modo significa che è una persona ottusa o ignorante.

Per i suoi colleghi mi dispiace. Ma per quale motivo, lo stato deve “mantenere”, delle persone che lavorano in un posto pubblico, anche se non sono necessarie. E basta con la storia, quando ti ci troverai tu…io non l’ambizione di andare a rubare lo stipendio allo stato! Cara professoressa, il suo stipendio lo pagano con le tasse di chi lavora e produce! Capito? Lo sa che quasi il 97% della spesa per la scuola riguarda gli stipendi di chi ci lavora dentro?! Forse sono un pochino troppi i lavoratori nelle scuole!

Una persona che ha come nick name Godot, come può non essere comunista!
E le persone come lei hanno una visione dello stato che non è più concepibile, con la situazione economica attuale.

Su Berlusconi: le hanno spiegato che in democrazia chi vince governa!? Lo hanno votato, mica è un dittatore.

24 10 2008
Godot

Complimenti per l’educazione nel chiamare “persona ottusa e ignorante” chi non la pensa come lei!
La sa la percentuale di quanti lavorano al ministero??? E poi… non aveva detto che non sarebbe stato licenziato nessuno… allora si contraddice anche lei!
Inoltre a quanto pare lei non sa nulla del mio nickname… per niente legato al comunismo… io ho evitato di chiamarla fascista… evidentemente mi sono sbagliata! Sull’essere sovversivi.. ma mi faccia il piacere io sono tornata da una giornata di lezioni e di programmazione… programmazione che devo rifare perchè qualcuno, uno dei tanti stipendiati al ministero ha cambiato ancora una volta le carte in tavola! Eh già dovranno pur far qualcosa al ministero o come si spiegano i loro stipendi!?

24 10 2008
chiara

Ciao ragazzi.
Non voglio prendere una posizione politica, non credo che questo sia il punto della situazione. Principalmente vorrei che si desse a Cesare quel che è di Cesare, e dò ragione a Keynes87, perché è vero che la maggior parte delle volte si protesta senza neppure sapere per cosa ci si sta lamentando. Inoltre non capisco molto la frase di Godot:
“Io non sono una studenessa sono un’inegnante con 2 lauree e non molto più vecchia di te… quando sarai laureato anche tu… allora passami a trovare!”
Certo, ognuno ha il suo personale modo di esprimersi, per cui non voglio criticare senza essere certa di aver capito, ma comunque non mi pare una frase che consente un dialogo aperto, semmai è un modo per far innervosire l’interlocutore.
C’è anche da dire che non sopporto molto chi si riferisce a Berlusconi definendolo “nano malefico” o “quell’essere”. Neanch’io nutro buoni sentimenti verso il presidente del consiglio, ma non per questo offendo gratuitamente. Non sarà mica che c’è una gran frustrazione in giro e tutti vogliono sfogarsi sparando insulti a destra e a manca? Non sarebbe il caso, invece, di esprimersi con commenti intelligenti e con cognizione di causa???

Per concludere, senza riferirmi a Godot e a Keynes87, credo che si debba intervenire commentando solo quando si ha qualcosa di interessante da dire, ma non guasterebbe se chi ha scritto questo post intervenisse ogni tanto, giusto per dimostrare a chi si prende il disturbo di scrivere qui, che è interessato alla conversazione, e non vuole solo sfogare la frustrazione con un post, o farsi sentire solo per richiamare questa storiella del caffè e delle flebo.

Ciao a tutti.

Chiara

24 10 2008
Godot

Ciao Chiara… la mia frase era in risposta al suo “Bene Bene che studenti scadenti che abbiamo”… ed era proprio intesa a sottolineare… non che io sia insegnante come voleva far credere… ma che il commento era iniziato con un’offesa (“scadenti” non “studenti”) rivolta senza sapere chi parlasse o chi commentasse. Inoltre faccio notare che nel mio primo commento avevo sottolineato l’importanza di una manifestazione pacifica che non potesse ferire i poliziotti.
Sulle offese al Presidente… mi fa piacere che tu sia una persona così placida… è un bene, veramente! (specifico che non sono sarcastica)… a me non riesce bene… forse anche perchè sento tutto il giorno le offese che quelli della destra fanno a chi non la pensa come loro.

24 10 2008
chiara

Grazie per il chiarimento della frase.
A proposito delle offese della parte politica che attualemnte è al potere, io non dico che non ci sono, ma certamente anche tu ricorderai che la sinistra durante la scorsa legislatura aveva lo stesso vizietto. Sai com’è, i meriti si tengono stretti, gli errori si scaricano sugli altri. E si dice sempre che quello che non si è fatto, non si è fatto perchè la situazione lasciata dal governo precedente era disastrosa. Frasi sentite, risentite, imparate a memoria, ormai. Se si spogliano i singoli personaggi, denudandoli del colore politico e del ruolo, restano semplici persone, con i loro grossi difetti, e che se sono arrivati lì, con la situazione italiana attuale, di certo non sono persone molto pulite. Da tutto questo, la mia posizione pacifica, forse anche fredda, sulla politica italiana. Dopotutto, se non si ha voglia di muoversi in prima persona per far sì che la situaizone cambi, non si ha neanche il diritto di essere così arrabbiati.
“Sii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo” diceva Gandhi. E siccome io ho molto di meglio da fare che andare manifestare su tutto ciò che non mi piace (che è parecchio), io non mi arrabbio. Lascio correre…

24 10 2008
Keynes87

Ho detto che nessuno verrà licenziato. Ho detto anche che troppa gente lavora nella scuola rispetto a quello che occorre. Pe r questo non verrà assunto altro personale. Non è difficile!

Se mi dice fascista io non me la prendo, perchè non lo sono e perchè questo è il modo di relazionarsi dei comunisti come lei! sapete dare solo del fascista. Io fascista non lo sono, ma lei è una comunista!

Samuel Beckett mi sembra che fosse comunista come lei!? o sbaglio?!
Aspettando Godot è una sua opera!

Io adesso me ne vado a stuadire. Ho un esame lunedì. Controllerò eventuali risposte questa sera dopo cena!

24 10 2008
Godot

Apprezzo tantissimo la tua calma Chiara… e sono seria… ma non ho mai detto che la sinistra fosse perfetta… per quanto mi riguarda non ho neanche detto di essere di una parte politica o dell’altra… di solito dico che i politici sono politici e come tali vanno trattati con una certa diffidenza… non importa il fatto che tu abbia un’opinione diversa dalla mia. E’ normale e non è detto che io sia nel giusto… ma quantomeno apprezzo il fatto che tu “non pretenda” che io sia nel torto.

Sauel Beckett… non era comunista… era un premio Nobel per la Letteratura… sebbene non fosse sceso in guerra contro i comunisti… anche Keynes si scrisse con Marx… non per questo era marxista!

24 10 2008
keynes87

Infatti hai ragione! E’ proprio tutto come dici tu…Scendere in campo nella seconda guerra mondiale, con la resistenza, significa essere privi di opinione politica!!Anne Atik la conosce? Com’era. Un ricordo di Samuel Beckett. Lo legga…da lì emerge qualche informazione che le potrà essere utile.

Ora basta! Sinceramente siamo andati fuori tema in modo esagerato e mi sono anche stancato di fare interventi poco costruttivi, con un “professoressa” di sinistra, che pensa di aver ragione senza nemmeno argomentare un punto del decreto e della finanziaria. Cosa ancor più grave, senza proposte costruttive! Ma solo insultandomi.

Tanto è tutto tempo perso a discutere in questa maniera.

24 10 2008
Godot

No… caro mio… scendere in campo con la resistenza significava essere anti-nazzisti e anti-fascisti… non comunisti! Quello che insulta è lei… sono lieta comunque che abbia deciso di occupare il suo tempo in maniera diversa… a proposito… il tu… è da comunisti… meglio essere più formali.
Riguardo ad Anne Atik… non mi sembra che usasse la parola comunista…

24 10 2008
keynes87

Fai caso a quel che dice il tuo caro amico Samuel Beckett in quel testo! Lui la usa quella parola!

Continuano a mancare argomentazioni riguardo alla contrarietà del decreto Gelmini e della finanziaria 2009!

Non spostiamo il discorso su cose che non sono attinenti al titolo “Quanti credono nel ‘68 e quanti vedono i cazzi loro e basta…”

24 10 2008
Godot

No caro parla di “comunismo” non dice di essere comunista… e poi sei tu che hai tergiversato… ma non avevi detto che avevi altro da fare… e poi prego… non darmi del “tu”

24 10 2008
keynes87

Mi scusi. Già, “lei” ha due lauree. Bhè allora la discussione finisce qua. “Lei”, professoressa non ha più argomentazioni.

Non le posso dire certo che è stato un piacere confrontarsi con lei.

Su giorgiotave.it ho aperto una bella discussione su questo argomento. Fortunatamente ho trovato gente molto più preparata di lei con le quali discutere in maniera educata e costruttiva.

Questa è un ulteriore dimostrazione di che schifo di persone stanno dentro le scuole. Attaccati alla vostra poltrona ad ogni costo. Anche quello di raccontare scemenze, come quella che ho letto su questo blog, che le tasse arriveranno a 7000 euro l’anno!!

Fatevi un esame di coscienza!FATTI un esame di coscenza! Tanto alla fine vinceremo NOI!

25 10 2008
Università, finanziaria, pensieri e manifestazioni « Via Leonardo Da Vinci, 52

[…] finanziaria, pensieri e manifestazioni 25 10 2008 In seguito a questo mio articolo e a questo post di Davu, si è acceso all’interno del blog un dibattito (sfociato anche in un più banale litigio in […]

25 10 2008
halflingladro

Scusate il ritardo per la risposta ma ieri non ho potuto proprio aprire il pc. Ci sono tante e tante cose a cui vorrei rispondere ma ho la RAM limitata e quindi non le ricordo tutte. Vediamo quello che riesco a fare.
Lascio perdere l’ultima parte dei commenti che si sono allontanati dall’argomento principale. Inoltre al post di andrea risponderò nella sezione di commenti dedicati a quello. Detto ciò… da dove cominciare? allora: 1) la scuola italiana ERA (e sottolineo ERA) [almeno fino alla scuola media] la migliore al mondo e la stanno facendo a pezzi perchè LA GENTE IGNORANTE E’ PIU’ FACILE DA PLAGIARE! 2) Per quanto riguarda le insegnanti è previsto che 87000 insegnanti che non hanno la cattedra completa (ossia sono supplenti in giro per l’Italia) non avranno il contratto rinnovato (sarò io ma lo vedo proprio come un licenziamento) 3) I tagli al finanziamento della scuola/università porteranno ad un inevitabile “esplosione” delle tasse accademiche. Indipendentemente se l’univ diventa fondazione o no. La facoltà di economia della nostra università ha calcolato che se il taglio sarà quello previsto il costo annuale medio delle sole tasse per ogni studente sarà di circa 7000€ quando ora è di 900€. Questo porta alla conseguenza che chiunque non selo potrà permettere vedrà violato il suo innegabile diritto allo studio. Le stronzate delle dal governo come i fantomatici “37” corsi con un solo studente (37 in tutta italia è un numero irrisorio ma basta a smuovere tutte le persone assoggettate). C’è da dire inoltre che l’informazione è falsata perchè incompleta; con molta probabilità si tratta di gente del Vecchio Ordinamento che deve ancora sostenere un determinato esame (perciò il corso di per se non esiste e non causa costo) e quindi i “37” corsi esistono solo a livello burocratico per permettere loro di potersi laureare. 4) io sono dell’idea che chiunque viene eletto non ha il diritto di fottersene di quello che pensa la gente (tra cui ci sarà sicuramente chi l’ha votato) solo perchè siamo a inizio legislatura e poi fra 4 anni iniziare a lavare la faccia a tutti (che continuano a cascare nella trappola che si ripete da 15 anni). 5) Nella finanziaria sono saltati fuori miliardi sia per salvare i banchieri, sia per salvare l’Alitalia (che AirFrance a marzo si prendeva con tutti i debiti), sia PER COPRIRE IL BUCO ENORME LASCIATO DALL’ANNULLAMENTO DELL’ICI (???!!!). Tolgono i soldi a scuola e università per salvare i loro amici e per mantenere stupide promesse elettorali. RIMETTETE L’ICI CHIUDETE ALITALIA E MIGLIORATE SCUOLA E SANITA’! Queste due dovrebbero essere le priorità di un governo in un paese che va a rotoli e non votare una legge che permette di giocare al superenalotto via internet per incrementare il numero di giocanti!!!! Ma che paese del cavolo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: