Rilasciato OpenOffice 3.0

14 10 2008
OpenOffice splash screen

OpenOffice.org splash screen

OpenOffice.org è una suite di applicazioni da ufficio libera (e gratuita) alternativa all’arcinoto Microsoft Office. Dopo una lavorazione di oltre un anno, giunge alla versione 3.0.

La suite comprende quattro applicativi principali:

Writer è un applicativo per videoscrittura (word processing) ormai giunto ad un notevole livello di maturità, anche se confrontato con il ben più rodato Microsoft Word. È un software completo in tutti gli aspetti e tutte le funzioni richieste dall’utilizzo anche lavorativo di un word processor. Nell’edizione appena rilasciata, permette di importare documenti in formato docx, ovvero quello di Microsoft Word 2007.

Calc è un applicativo per fogli di calcolo, simile per funzionalità ad Excel. Molti degli sforzi compiuti dai programmatori per questa nuova edizione di Openoffice.org si sono concentrati proprio su questa componente, aggiungendo molte funzioni e formule di cui era privo se confrontato con il rivale Microsoft. È stato anche dotato di un nuovo solver dalle performance migliori rispetto alla precedente versione. Calc è più che indicato per un utilizzo in ambito anche professionale, ma ancora manca di alcune funzioni alle quali Excel ci ha oramai abituato.

Impress è un applicativo per la stesura di presentazioni, o lucidi, direttamente concorrente a MS Powerpoint. Personalmente non utilizzo molto questo componente, quindi non vi saprei dire se manca di funzionalità vitali rispetto al prodotto Microsoft.

Base è la componente per la gestione di Database. Nella mia esperienza di uso, non può essere nemmeno paragonato al prodotto di Microsoft, Access, che svolge le medesime funzioni. Pare abbia ricevuto migliorie e ritocchi in questa ultima versione, ma non ho ancora avuto modo di testarla. Rimane comunque un buon prodotto per uso domestico, meno indicato in quello aziendale.

Il formato documentale predefinito utilizzato da OpenOffice.org è OpenDocument, già da qualche tempo standard ISO. Secondo indiscrezioni, il formato sarà supportato anche dalla prossima versione di Microsoft Office (fonte). OpenOffice.org permette comunque di aprire, importare e salvare documenti della suite Microsoft, con una resa che va dalla sufficiente all’ottima, a seconda dei casi.

Personalmente sono un felice utilizzatore di Openoffice.org oramai già da diversi anni (dall’allora versione 1.0), e sono entusiasta di poter avere una suite per l’ufficio libera e gratuita, che risponde appieno a tutte le mie esigenze. Con OpenOffice ho scritto tutte le relazioni e tesine universitarie, anche quelle comprendenti formule matematiche (e la componente “secondaria” Math è per me stata manna dal cielo), trovando sempre le funzionalità delle quali avevo bisogno.

Una normale piccola difficoltà quando si passa da un programma ad un altro, è quella di non trovare alcune funzioni dove si era abituati fossero. Spesso si pensa che non siano proprio implementate, molto più spesso possono essere trovate facilmente tramite la guida in linea…

Invito a provare questo software, magari sostituendolo all’eventuale copia piratata di Microsoft Office utilizzata… 😉

Perché utilizzare Openoffice.org? Perchè funziona bene, è libero ed è gratuito.

OpenOffice.org è disponibile al download nella versione in italiano per Windows, Linux, Solaris e MacOS qui.

Per approfondire: ilsole24ore, Ars Technica, pollycoke, linux.com

Andrea

Annunci